Il gruppo cambio è un componente molto importante in una buona e-bike da MTB. In questo articolo cerchiamo di fare un pò di chiarezza tra tutte le offerte di mercato concentrandoci sui due marchi che fanno la parte del leone: Shimano e SRAM

I gruppi cambio includono i comandi, la guarnitura, il deragliatore anteriore e posteriore, la catena e la cassetta del movimento centrale. È più comune vedere gruppi completi su bici da strada. Quando si tratta di mountain bike le case costruttrici di solito mescolano e abbinano parti di vari gruppi, e in alcuni casi anche di marche diverse, per soddisfare le esigenze di utilizzo e di costo della bicicletta.

Guarnitura

Le guarniture per mountain bike possono essere divise in tre categorie in base al numero di corone.

  1. Tripla –  Come suggerisce il nome, si compone di tre corone, la più grande spesso è una corona esterna di 42 o 44 denti, la centrale è solitamente un 32 o 34 e l’interna, più piccola, è spesso un 22 o 24 denti. Mentre Shimano offre ancora triple di fascia alta, le guarniture con tre corone sono raramente presenti sulle moderne mountain bike di alta gamma. Stanno scomparendo anche dal mercato entry-level. Pochissime e-bike le utilizzano, nessuna con il motore centrale.
  2. Doppia – Le guarniture con due corone superarono la tripla quando SRAM e Shimano introdussero trasmissioni a 10 velocità. Le doppie guarniture offrono una gamma di ingranaggi più stretta con una minore sovrapposizione rispetto a una tripla. Usano una corona interna più piccola (da 22 a 28 denti), mentre l’ingranaggio esterno più largo  è generalmente adatto ai tratti veloci (da 34 a 36 denti). Le doppie guarniture si trovano dalle bici entry-level fino ai modelli di fascia alta.
  3. Singola La tendenza più significativa nelle trasmissioni di mountain bike negli ultimi cinque anni è stata il movimento verso trasmissioni ad ampio range con una singola corona. Comunemente chiamata “1x”, questa disposizione è stata apprezzata da anni nelle mountain bike da downhill, dove non sono necessari ampi range di cambio e la sicurezza della catena (cioè senza cadute) è molto importante. In seguito al lancio di SRAM di XX1 e all’introduzione dei successivi gruppi a range ampio 1×11 e 1×12, la trasmissione a corona singola sta diventando la norma per le mountain bike di livello medio-alto. Le dimensioni delle corone variano ampiamente, a seconda dell’uso previsto, da corone a 38 denti per forti ciclisti fuoristrada fino a corone da 28 e anche a 26 denti su alcune fatbike. La maggior parte delle bici con trasmissioni 1x sono dotate di corone da 32 o 30 denti. Un attributo chiave delle trasmissioni 1x  è l’uso di corone con denti alti e senza rampa (poiché non è necessario spostarsi tra le corone) e le larghezze alternate che corrispondono ai collegamenti interni ed esterni della catena. Entrambe queste funzioni sono progettate per mantenere la catena in posizione senza l’ausilio di un deragliatore anteriore o chainguide. SRAM sta spingendo per proporre le trasmissioni 1x come la standard per la mountain bike.
    Rimuovendo il deragliatore anteriore e il corrispondente cambio, una trasmissione a corona singola è meno complessa e più leggera e anche più facile da usare.

Cassette

La cassetta a 11 velocità più ampia della Shimano offre una diffusione di 11-46 t, mentre la SRAM offre anche un gruppo a 12 velocità con una gamma da 10-50 t
Le cassette sono disponibili in un’ampia gamma di dimensioni e velocità. Come la guarnitura, la scelta della cassetta è spesso determinata dallo stile e dal prezzo di guida della bici. Le cassette per mountain bike sono disponibili nelle versioni da 7 a 12 velocità. Sono spesso indicate con il numero di denti dell’ingranaggio più piccolo e più grande per fornire un’indicazione dell’intervallo totale, ad es. 11-32t o 10-50t. Le gamme più comunemente trovate su biciclette con guarniture doppie sono da 11/36t. Le casette per trasmissioni single-ring sono molto più ampie, con le SRAM a 12 marce XX1 e X01 Eagle che offrono uno intervallo di 10-50 t, mentre Shimano offre una gamma 11-46t sui gruppi 1×11 SLX e XT. Nello scorso anno SRAM è stata la prima ad introdurre un sistema di trasmissione progettato specificatamente per le e-bike, il EX1 un single-ring a 8 rapporti ma con ampia gamma 11-48t con caratteristiche di robustezza aumentata per reggere il maggior lavoro a cui il gruppo viene sottoposto.

Catene

Il marchio del gruppo e il numero di ingranaggi dettano il tipo di catena da montare. In generale, all’aumentare del numero di ingranaggi, la distanza tra i denti si riduce e quindi anche la catena si restringe. Per questo motivo, è necessario montare solo una catena progettata specificatamente per il numero di ingranaggi sulla cassetta: non utilizzare una catena a 9 velocità su una trasmissione a 10 velocità o una catena a 11 velocità su una trasmissione a 12 velocità. Le catene più costose hanno spesso rivestimenti più levigati, resistenti e resistenti alla corrosione e fanno risparmiare peso con maglie e perni cavi. Con questo in mente, le catene sono la la prima parte del drivetrain di una e-bike che si consuma, quindi è spesso meglio investire in una catena di medio livello evitando catene molto leggere e costose ma inadatte all’uso.

Deragliatori

I deragliatori sono i componenti che spostano la catena tra i denti sulla cassetta e le corone sulla guarnitura. Ogni marchio offre il proprio design, ma il principio è generalmente lo stesso. Quando viene premuto, lo shifter tira o rilascia un cavo, che sposta il deragliatore, facendo deragliare la catena e riposizionandola in una marcia diversa. I deragliatori anteriori spostano la catena tra le corone. I deragliatori posteriori spostano la catena tra i denti della cassetta
I cavi non sono più l’unico modo per controllare i deragliatori. Shimano offre ora deragliatori a comando elettronico su XTR Di2 e XT Di2. Entrambi questi gruppi utilizzano cavi per inviare segnali elettronici dai comandi al cambio di marcia.

Shifters

Le leve del cambio sono utilizzate per azionare i deragliatori della bicicletta. Shimano e SRAM usano diversi design, e mentre tutti cambiano marcia, ognuno di loro ha un modo particolare di farlo.

Tipi di shifter correnti: a sinistra è il sistema RapidFire di Shimano, nel mezzo c’è grilletto di SRAM, mentre a destra è il Grip Shift di SRAM
Anche se meccanicamente diversi, sia SRAM che Shimano offrono “trigger shifters”. Questo nome è un po ‘fuorviante, in quanto entrambe le società hanno perfezionato l’ergonomia della leva per spostare entrambe le leve con il pollice. Il vantaggio di questo approccio è che consente al ciclista di cambiare mantenendo l’indice sulle leve dei freni.

SRAM offre due sistemi, Trigger e Grip Shift. Grip Shift funziona come un acceleratore, ruotando avanti e indietro. Questo sistema ha perso popolarità negli ultimi anni, ma mantiene ancora un seguito fedele nelle gare di cross country, poiché il sistema è molto leggero e consente ai ciclisti di spostarsi rapidamente nei vari rapporti della cassetta.

I cambi elettronici Shimano di Di2 tecnicamente sono interruttori elettronici piuttosto che componenti meccanici, anche se al ciclista si presentano con le stesse modalità di azionamento. Il sistema Di2 può essere personalizzato e programmato per comportarsi in modi che non sono possibili con i comandi convenzionali. Un ottimo esempio è la tecnologia Shimano Synchroshift, che consente al ciclista di utilizzare una sola leva del cambio per controllare i deragliatori anteriori e posteriori. Il computer del sistema si sposta sull’ingranaggio e sulla cassetta ottimali per mantenere la cadenza del ciclista relativamente costante.

Scegliere un gruppo di MTB: prezzo contro prestazioni

Come la maggior parte dei componenti, i gruppi variano molto nel prezzo. Quindi, quali vantaggi portano i gruppi più costosi?

  • Peso. Una bici più leggera accelera, sale e frena sempre meglio di una più pesante. Sia che si tratti di trasmissioni di mountain bike, ruote o persino di biciclette complete, il peso ridotto è spesso il fattore principale in termini di aumento dei costi. Generalmente, con i gruppi di mountain bike, più spendi, più sono leggeri. Spesso le prestazioni delle versioni top di un gruppo sono il peso ridotto motivo della spesa extra. Ad esempio, la differenza tra i due Shimano più alti, XT e XTR, è di circa 230 g (esclusi i freni e il movimento centrale), mentre la differenza tra la SRAM XX1 Eagle e il secondo livello X01 Eagle è più vicina a 46g (esclusi i freni e il fondo staffa). Queste differenze di peso sono il risultato di materiali più costosi e processi di produzione raffinati o che richiedono più tempo. Oltre all’ulteriore lavorazione, alla perforatura e all’alta precisione, i componenti più costosi utilizzano spesso materiali come fibra di carbonio, titanio, alluminio leggero e cuscinetti in ceramica per raggiungere bassi pesi. Nel caso delle ebike non è così importante risparmiare fino all’ultimo grammo e quindi a meno di esigenze particolari, non è importante scegliere il gruppo più costoso solo per avere un componente più leggero.
  • Performance. Oltre ai vantaggi del peso ridotto, i gruppi di MTB più costosi trovano altri aspetti di aumento delle prestazioni. Le opzioni più costose offrono uno spostamento più fluido, più preciso e più veloce tra gli ingranaggi. Questo include uno sforzo ridotto alla leva, qualcosa che diventa evidente una volta che sei sulla bici da qualche ora. È un’area in cui i cambi elettronici forniscono un nuovo punto di riferimento: massima precisione e velocità con la semplice pressione di un pulsante. Un altro esempio di prestazioni è l’aumento della rigidità della guarnitura per fornire uno spostamento più nitido e un trasferimento di potenza più efficiente dai pedali alla ruota posteriore. Questo risultato è ottenuto con design e materiali più complessi che aumentano la resistenza e la rigidità senza aggiungere peso.
  • Robustezza. Per le e-bike si presenta un altro problema con trasmissioni convenzionali lo spostamento sotto il carico del motore può rendere più probabile la rottura della catena e una usura maggiore sulla trasmissione. Una soluzione è il nuovo sistema cassetta E-BLOCK, fulcro del sistema di trasmissione SRAM EX1. Creato appositamente per le E-MTB, il sistema SRAM con otto marce permette un grande salto di qualità. Perfettamente allineato risulta molto preciso, definito, silenzioso e scorrevole. Con la cassetta da 11-48 denti ha una favolosa gamma di rapporti del 436%. Progettato per cambiare esclusivamente una marcia alla volta, EX1 si distingue dalle convenzionali cassette per mountain bike per offrire una maggiore varietà con meno marce, che è molto importante per sfruttare al meglio la coppia delle ebike. Inoltre, l’assenza di multishifting sotto carico aggiunge longevità ai componenti.

I gruppi che troveremo sulle nostre ebike

Gruppi MTB Shimano

Il produttore giapponese Shimano offre la più ampia gamma di gruppi per la mountain bike.

  • Torneo – è il livello base dei componenti di Shimano
    La gamma inizia con Tourney, che di solito si trova sulle biciclette dei grandi magazzini. Anche se è incluso nei gruppi di mountain bike, non consideriamo Tourney un cambio adatto a una buona emtb. Tourney è disponibile in sistemi a 6, 7 e 8 velocità combinati con una guarnitura tripla.
  • Altus M2000 – è il gruppo che è possibile trovare su mountain bike entry-level. L’ultima versione di Altus offre una cassetta a 9 velocità con una guarnitura tripla con ingranaggi 40/30 / 22t. Il deragliatore posteriore Altus non utilizza la tecnologia della frizione Shadow Plus di Shimano per la stabilità della catena, ma utilizza il design Shadow, che si riferisce a un profilo inferiore per ridurre la probabilità di danni da ostacoli sul percorso.
  • Acera M300 – è il primo dei gruppi Shimano ad offrire una doppia guarnitura. La qualità del gruppo comincia ad aumentare in modo significativo, il gruppo inizia a introdurre materiali resistenti alla corrosione come l’acciaio inossidabile su alcuni componenti. È un gruppo a 9 velocità che può essere utilizzato con una guarnitura tripla 40/30/22 o una guarnitura doppia 36/22. Offre una gamma più ampia da 11 a 36t.
  • Alivio M4000 – ha ricevuto un rinnovamento totale nel 2015. Il gruppo a 9 velocità diverse opzioni di ingranaggi e un design della manovella più leggero e resistente. Shimano Alivio si trova appena sopra Acera. Consigliamo Alivio Shimano a chi cerca una mountain bike degna di un trail. È il primo dei gruppi  Shimano ad utilizzare una guarnitura in due pezzi con un movimento centrale esterno per aumentare la rigidità – Acera utilizza un movimento centrale Octalink, mentre Altus e Tourney si basano su staffe inferiori con cono quadrato.
  • Deore M6000 – è un gruppo a 10 velocità che condivide molte delle caratteristiche dei gruppi a 11 velocità di fascia alta dell’azienda. Deore è ampiamente considerato come il primo gruppo di mountain bike pronto per le gare. La cassetta a 10 velocità è disponibile in un’ampia gamma di versioni fino a 11-42t. Deore è offerto con opzioni doppia e tripla guarnitura. È anche il primo gruppo a utilizzare il deragliatore posteriore Shimano Shadow Plus dotato di frizione.
  • SLX M7000

SLX è l’ingresso in trasmissioni 11-velocità e 1×11. SLX è un gruppo molto importante nella gerarchia di Shimano. Questo è il primo gruppo a condividere lo stesso numero di velocità di XT e XTR in un pacchetto più economico. In generale, SLX offre le stesse caratteristiche e funzioni dei gruppi di fascia alta con un peso più elevato e una qualità di spostamento leggermente inferiore. Le caratteristiche distintive includono una cassetta a 11 velocità disponibile nelle cassette 11-40 e 11-42t da utilizzare con la doppia guarnitura SLX. SLX è anche il primo gruppo Shimano ad offrire una trasmissione 1x con una cassetta da 11-46 t. Non esiste una versione tripla della guarnitura SLX.

  • Deore XT M8000 – è il cavallo di battaglia dei gruppi di mountain bike Shimano. Shimano Deore XT si trova un gradino sotto il gruppo XTR di livello professionale. Questo gruppo a 11 velocità ha quasi tutte le caratteristiche di design di alto livello come XTR e offre tutte le prestazioni che la maggior parte dei ciclisti avrà mai bisogno, ma con una leggera penalizzazione del peso. XT è disponibile con guarniture singole, doppie e triple-ring.

  • XTR M9000 – è l’apice della gamma Shimano ed è spesso usato in gara. Dall’anno scorso, ha un cambio a 11 velocità con configurazioni a singola, doppia. XTR combina design di alta gamma con materiali leggeri, come leghe di alta qualità, fibra di carbonio e titanio. È normale che XTR offra funzioni che nessun altro livello di gruppo riceve, come il rilascio multiplo durante la scalata. XTR è diviso in due gruppi separati: Race and Trail, con i freni, il deragliatore posteriore e le opzioni della pedivella che fanno la differenza. Race è tutto centrato sul risparmio di peso, Trail è l’opzione più “quotidiana” è  ricca di utili funzionalità.
  • Deore XT and XTR Di2 – Lo Shimano XTR Di2 è stato introdotto nel 2015. Come primo gruppo di cambio elettronico in mountain bike, è anche il più costoso. Rimuovendo il cavo meccanico, il fango e la sporcizia non affliggeranno più la qualità del cambio. Le prestazioni sono eccellenti Shimano offre XT e XTR nelle varianti Di2 azionate elettronicamente. Questi drivetrain eliminano i cavi tradizionali a favore di un sistema azionato da deragliatori a motore alimentati dalla batteria. Il vantaggio del sistema elettronico è costituito da cambi marcia costanti e manutenzione molto bassa. Un altro vantaggio di Di2 è lo spostamento sequenziale, AKA SynchroShift, in cui sia i deragliatori anteriori che posteriori sono azionati con un unico controllo, e il sistema decide se spostarsi davanti o dietro per il salto successivo più vicino. Questi gruppi Di2 condividono la stessa guarnitura, cassetta, catena e freni dei rispettivi gruppi meccanici.
Shimano XTR Di2 was introduced in 2015. As the first electronic shifting groupset in mountain biking, it's no surprise that it's also the most expensive. By removing the mechanical cable, mud and dirt won't plague shift quality. Shift performance is excellent
Shimano's XT Di2 groupset

Shimano XT Di2 groupset

Gruppi SRAM

La gamma di gruppi di mountain bike della SRAM è divisa in due famiglie, con gruppi a corona singola (molti dei quali hanno un “1” nel nome) separati dalle opzioni doppie e triple. La recente storia di successo di SRAM è costituita dai gruppi dedicati a corona singola, il marchio è stato anche un forte sostenitore del doppio rispetto al triplo. Sulle attuali e-mtb sono poco usati i cambi SRAM a corona multipla e quindi non li analizziamo in questo articolo.

  • EX1
SRAM's EX1 drivetrain aims to meet the needs of the latest breed of e-mountain bikes
SRAM’s EX1 drivetrain
  • Il gruppo EX1 della SRAM è stato sviluppato appositamente per il mercato delle e-mountain. L’assistenza fornita dal motore e i suoi rapidi spostamenti associati mettono a dura prova i componenti della trasmissione. Per contrastare questo, EX1 presenta una cassetta a 8 velocità, con il grande ingranaggio 7mm verso l’interno invece di una configurazione 11v per ridurre il cross-chaining. Questo offre una catena extra-forte sincronizzata con denti specifici per facilitare la tensione sulla trasmissione mentre si cambia marcia. La trasmissione EX1 è il primo importante passo fatto da SRAM verso componenti specifici di E-MTB. In termini di tecnologia e prestazioni del cambio, questo sistema lascia molto soddisfatto chi desidera un miglioramento significativo rispetto alla trasmissione MTB convenzionale. Maggiore rapporto di trasmissione, ottimi passaggi di cambio e una durata molto più lunga, è un grande vantaggio in termini di prestazioni e divertimento.
  • X1
X1 is SRAM's budget-friendly 1x groupset. It shares much of the performance and features of XO1 and even XX1, but less carbon fiber and more aluminum means a higher weight
X1 è il gruppo di gruppi 1x a budget ridotto di SRAM. Condivide gran parte delle prestazioni e delle caratteristiche di XO1 e persino di XX1, ma con meno fibra di carbonio e più alluminio quindi con un significano peso maggiore.
Il gruppo X1 è una scelta ottima per i ciclisti che desiderano un drivetrain 1×11 affidabile ma non troppo costoso. Condivide molte delle caratteristiche dei primi gruppi 1×11 con una leggera penalizzazione del peso.
  • X01
SRAM X01 was perhaps the most sought-after groupset of 2014. X01, along with X1 and XX1, offers a unique 11-speed setup where the cassette and rear derailleur are greatly different to offer a huge 10-42t range, without the option of a front derailleur
X01, insieme a X1 e XX1, offre una configurazione unica a 11 velocità in cui la cassetta e il cambio posteriore sono molto diversi tra loro per offrire un’enorme gamma da 10-42 t, senza la possibilità di un deragliatore anteriore. Il gruppo X01 si trova ad un livello top famiglia 1×11 della SRAM. È una scelta valida per i ciclisti che vogliono le prestazioni migliori del gruppo senza compromessi sul peso.
  • SRAM Eagle XX1 XO1 GX
SRAM's XX1 and X01 Eagle drivetrains get a massive 500% gear range thanks to 10-50t cassettes
  • Le trasmissioni Eagle della XX1 e X01 della RAM hanno grande gamma di ingranaggi fino al 500% grazie alle cassette da 10-50t.
    ‘Eagle’ è il termine usato da SRAM per indicare i suoi gruppi di mountain bike 1×12. XX1 Eagle è posizionata come gruppo di punta per i corridori di cross-country. Il gruppo XO1 Eagle è frequentemente utilizzato su biciclette da enduro e da trail end-end. Le differenze tra questi due gruppi sono minime. La cassetta e la catena XX1 Eagle hanno rivestimenti in nitruro di titanio oro per aumentare la durata. Il deragliatore XX1 Eagle utilizza una piastra esterna in carbonio sulla gabbia del deragliatore, mentre l’XO1 Eagle ha una gabbia interamente in alluminio. Anche le guarniture sono leggermente diverse, la guarnitura XX1 Eagle è vuota, mentre il modello XO1 Eagle ha un nucleo in schiuma. La differenza di peso tra questi due gruppi è minima, con un aumento di peso di 46 g sul gruppo XO1 Eagle.
  • La cassetta GX Eagle è impilata, anziché lavorata, per contenere i costi. Altre differenze chiave tra i gruppi di punta e GX Eagle includono una molla in acciaio, piuttosto che in titanio, nel deragliatore posteriore, una guarnitura in lega e una boccola, piuttosto che un cuscinetto utilizzato nella leva del cambio. Le caratteristiche condivise su tutte queste trasmissioni Eagle level, che li distinguono dai gruppi 1×11 della SRAM, includono la già citata cassetta della velocità a 12-velocità da 10-50 t, un meccanismo di frizione “Tipo 3” migliorato nel cambio posteriore e una corona specifica 1x ridisegnata con denti più alti e curvi e un nuovo profilo destinato a migliorare le prestazioni alle gamme estreme della cassetta.